Disturbo ossessivo compulsivo (DOC)

Le ossessioni sono pensieri, immagini o impulsi che si presentano più e più volte e sono al di fuori del controllo di chi li sperimenta.

Tali idee sono sentite come disturbanti e intrusive, e, almeno quando le persone non sono assalite dall'ansia, sono giudicate come infondate ed insensate.

Cosa è il DOC?

disturbi ossessivi compulsivi

Caratteristiche essenziali del disturbo ossessivo compulsivo sono pensieri, immagini o impulsi ricorrenti che creano allarme o paura e che costringono la persona a mettere in atto comportamenti ripetitivi o azioni mentali.

Le compulsioni tipiche del disturbo ossessivo compulsivo vengono anche definite rituali o cerimoniali e sono comportamenti ripetitivi (lavarsi le mani, riordinare, controllare) o azioni mentali (contare, pregare, ripetere formule mentalmente) messi in atto per ridurre il senso di disagio e l'ansia provocati dai pensieri e dagli impulsi tipici delle ossessioni. Costituiscono, cioè, un tentativo di elusione del disagio, un mezzo per cercare di conseguire un controllo sulla propria ansia.

In generale tutte le compulsioni che includono la pulizia, il lavaggio, il controllo, l'ordine, il conteggio, la ripetizione ed il collezionare si trasformano in rigide regole di comportamento e sono spesso bizzarre e francamente eccessive.

La terapia

terapia psicoterapeutica

La terapia elettiva del DOC prevede l' intervento psicoterapeutico di tipo cognitivo-comportamentale finalizzato a rendere il paziente consapevole delle dinamiche che mantengono il disturbo e ad istruirlo sulle tecniche specifiche da utilizzare per destrutturare l'assetto comportamentale patologico, con l'ausilio di una terapia psicofarmacologica mirata a contenere l'ansia ed i fenomeni compulsivi ad essa connessi.

Share by: